Funerali di Dario e Giorgio

Alle ore 12 di oggi 28 marzo 2018 l’Italia piange due sui figli , quei figli , padri , che nel loro lavoro hanno perso la vita , senza nulla togliere a chi perde la vita in fabbrica in un incidente di lavoro , del resto anche loro erano al lavoro , ma al lavoro per una missione , salvare delle vite. Un abbraccio e un pensiero ai loro famigliari . Un volontario

28 MARZO 2018

CATANIA – Bandiere a mezz’asta e lutto cittadino oggi a Catania. La città intera piange i due vigili del fuoco rimasti uccisi nell’esplosione che, esattamente otto giorni fa, hanno trovato la morte in servizio, mentre prestavano soccorso per una perdita di gas, e si stringe all’intero corpo dei pompieri e alle famiglie.

Un lungo corteo si è snodato per le vie della città, accompagnando la salma di Dario Ambiamonte , il pompiere catanese, dalla caserma di via Cesare Beccaria, fino in Cattedrale, dove alle 11,30 sono iniziati i funerali di Stato alla presenza del Ministro dell’Interno Marco Minniti, del capo dipartimento dei vigili nel fuoco del soccorso pubblico e della difesa civile, il prefetto Bruno Fratasi e del capo del corpo nazionale dei vigili del fuoco, Gioacchino Giomi. Il feretro è stato preceduto dall’autoscala mentre un collega di Dario porterà il suo elmetto; e ancora stendardi, corone di fiori: tutti hanno partecipato al dolore. Anche chi, per sostituire i colleghi di Ambiamonte e consentir loro di partecipare alle esequie, lavorerà fuori dal proprio turno.

Una giornata di dolore collettivo, un dispiacere diffuso per la fine di questi due giovani pompieri che ha travalicato confini e classi sociali, che hanno strappato una lacrima anche a chi conosce la sofferenza e la morte.

Nei giorni scorsi, due giovani minorenni di origine africana, ospiti di una centro di accoglienza per minori non accompagnati di Catania, hanno voluto rendere omaggio ai due pompieri caduti in servizio, hanno chiesto al responsabile di accompagnarli sul luogo della tragedia per portare un fiore e pregare. Successivamente hanno voluto portare direttamente le condoglianze ai vigili del fuoco al comando centrale. “Un gesto commovente – commenta il loro accompagnatore – che dà la misura della tragedia accaduta e che rappresenta un passo enorme verso l’integrazione”.

Il dolore come una livella, dunque. Un dolore sordo che, oggi, attraverserà la Sicilia. Si svolgeranno infatti a Trapani i funerali di Giorgio Grammatico, originario della città delle saline. Anche per lui cerimonia di Stato, con la presenza delle alte cariche dei Vigili del fuoco e del Ministro dell’Interno che, la mattina, presenzierà anche alla cerimonia funebre in onore di Giorgio Privitera, il carabiniere rimasto ucciso domenica in un incidente, mentre era in servizio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...