Rogo devasta ditta di vernici A4 chiusa ore

Risultati immagini per incendio isello vernici giornale di vicenzaImmagine correlataRisultati immagini per incendio isello vernici giornale di vicenza

Grosso rogo devasta la Isello vernici Di Brendola

Brendola 1 luglio 2019 Ore 13. Fiamme alte fino a 20 metri e continue esplosioni .Un nube di fumo nero, irrespirabile, visibile anche da molto lontano. E una comprensibile paura, specie per la sorte di quanti sono presenti all’interno del capannone della Isello Vernici, di via Orna, a Brendola, che sta bruciando.

Ore 13,30 Le fiamme stanno divorando la Isello Vernici. Chiusa la strada provinciale 500e tutte le vie che entrano in paese a Brendola dal casello dell’autostrada di Montecchio Maggiore. Il fuoco sta lambendo l’A4. Il fumo si veda da chilometri di distanza.

Il sindaco di Brendola, Bruno Beltrame, avvisa la popolazione di restare in casa con le finestre chiuse e di non avvicinarsi a via Orna.

Ore 14. Odore acre, aria irrespirabile. Alcuni cittadini hanno cominciato ad indossare una mascherina. Un’alta colonna che si vede a distanza di chilometri, è stata spinta dal vento verso la città di Vicenza.

VIABILITA’. Chiusa la carreggiata Est dell’autostrada A4. In direzione Venezia è stata istituita la direzione obbligatoria a Montebello, con conseguenti fortissimi rallentamenti sulla statale 11 e su tutta la viabilità della zona dove il traffico procede a passo d’uomo.

AVVERTENZE. I residenti chiedono delucidazioni in municipio. I Comuni di Brendola, Montecchio Maggiore, Creazzo, Sovizzo e Altavilla invitano la popolazione a rimanere in casa con le finestre chiuse. A Creazzo chiusa la piscina all’apertoe il polisportivo. I bambini dei centri estivi di Brendola trasferiti al palazzetto dello sport per sicurezza. Anche i bimbi iscritti al centro estivo in piscina ad Altavilla sono stati trasferiti in luoghi chiusi.

Anche a Vicenza il sindaco ha invitato i cittadini a tenere le finestre chiuse e a non sostare all’esterno.

L’Arpav, l’agenzia regionale per la protezione dell’ambiente, sta monitorando l’aria.

Ore 15. Sul posto 20 automezzi dei vigili del fuoco arrivati da Vicenza, Lonigo, Arzignano Verona, Padova e Rovigo con 60 operatori. Si attendo altri mezzi dai comandi delle province venete. Dalle prime informazioni non ci sarebbero feriti né morti.La nube che si è alzata dall’azienda si sta dirigendo anche in quella direzione. I vigili del fuoco stanno operando su un doppio fronte, entrando sulla carreggiata in contromano dal casello di Montecchio per contrastare nel modo più incisivo possibile le fiamme.

VIABILITA’. Sulle strade che portano a Brendola e Montecchio via vai continuo dei mezzi di soccorso. Intervenuti anche la Polizia, i carabinieri e la polizia locale dei “Castelli” impegnata anche a coordinare la viabilità.Traffico in uscita da Brendola ancora bloccato in direzione Sarego. Le code di mezzi pesanti arrivano a Meledo. La strada è chiusa all’altezza di via Cavour intersezione con la rotatoria di via Giolitti a Brendola.

MONITORAGGI. Verifiche preventive sulla centralina del gas vicina all’azienda dove è divampato il violento incendio, che serve l’abitato di Brendola e i territori ai confini con Meledo e Sarego.

Ore 16.  E sotto controllo il violento incendio scoppiato alla Isello Vernici in via Orna a Brendola,anche se il materiale continua a bruciare e produrre fumo.Le alte fiamme, domate solo verso le 16, hanno distrutto il capannone causando un’alta colonna di fumo nero che si è alzata verso le 13, tanto da essere visibile a diversi chilometri di distanza. Chiuse da ore l’autostrada A4 e le vie che portano a Brendola.

Tutti i dipendenti sono stati fatti evacuare dallo stabilimento durante le operazioni di spegnimento: nessuno è rimasto ferito o intossicato. Evacuata anche la vicina Triveneta Cavi. Pompe d’acqua in azione sui vicini capannoni per evitare il contagio delle fiamme.

Chiusi i centri estivi di Brendola e Altavilla. In via precauzionale il centro medico di Brendola rimarrà chiuso nel pomeriggio.

L’ORDINANZA. Il sindaco di Brendola ha emesso un’ordinanza che vieta il consumo di frutta e verdura di orti e campi del territorio comunale fino a prossima comunicazione, in attesa dei controlli dell’Arpav. Evacuati anche tutti gli edifici nel raggio di 500, 600 metri dalla zona dell’incendio, ovvero nelle strade e laterali di via Orna, via Pacinotti, via De Gasperi, via Einaudi, via Mattei, via Fontanine, via Bartaglian, via Fermi e via Natta.

L’ARPAV. L’Arpav ha effettuato i prelievi per verificare la dispersione di sostanze inquinanti nell’atmosfera e nell’ambiente in seguito al devastante incendio di Brendola. I campioni sono stati inviati a Venezia e i risultati, come fa sapere il sindaco di Brendola, Bruno Beltrame, sono attesi in serata. L’Ulss 8 ha allestito, alle 16,30, nel piazzale dell’azienda coinvolta dall’incendio un’unità di decontaminazione per i vigili del fuoco impegnati nelle operazioni di spegnimento.

REGIONE E PROTEZIONE CIVILE. «Si tratta di un incendio importante. Poco fa è stato necessario chiudere l’autostrada A4 nel tratto con il quale confina l’azienda a causa del denso fumo. Con i vigli del fuoco e le forze dell’ordine stanno intervenendo i nostri volontari della Protezione Civile. L’Arpav sta eseguendo i campionamenti dell’aria e, fino a che non se ne avranno gli esiti, raccomandiamo ai residenti della zona di rimanere in casa con porte e finestre chiuse». Lo dice l’Assessore alla Protezione Civile della Regione Gianpaolo Bottacin.

«Rimaniamo in costante contatto con i Vigili del Fuoco – aggiunge Bottacin – raccomandando ai cittadini e agli automobilisti di rimanere distanti dal luogo dell’incendio per non ostacolare le operazioni di soccorso».

Ore 17. Si è appena concluso un tavolo tecnico, in municipio a Brendola, per coordinare le operazioni di messa in sicurezza e ripristino della viabilità nella zona colpita dall’incendio della azienda di vernici di via Orna a Brendola . Presenti il sindaco Bruno Beltrame e le forze dell’ordine coinvolte nei soccorsi.La prefettura sta contattando anche altri Comuni ritenuti a rischio – Montebello, Zermeghedo e della Valle del Chiampo – per invitare i cittadini a rimanere in casa. Anche il Comune di Arzignano invita i cittadini a chiudere porte e finestre. Già allertati Brendola, Montecchio, Creazzo, Altavilla e Sovizzo.

VIABILITA’.Oltre all’autostrada A4, in entrambe direzioni nel tratto tra Montecchio Maggiore e Montebello, resterà chiusa la strada provinciale 500. Segnalate code e rallentamenti. Un ulteriore confronto in municipio a Brendola è previsto per le 19 circa per verificare la situazione della chiusura strade.

VICENZA. Lo spettacolo di musica lirica ad ingresso libero “Viva Verdi” programmato in piazza dei Signori a Vicenza, per questa sera con inizio alle 20,45, si svolgerà regolarmente.

Ore 18. L’Arpav renderà noti in serata i risultati e la relazione dei campionamenti dell’aria dopo l’incendio scoppiato nell’azienda di vernici di Brendola. L’amministrazione comunale di Brendola sta monitorando la situazione in stretto contatto con Arpav. Il sindaco raccomanda alla popolazione di tenere chiuse porte e finestre e di non uscire di casa almeno fino a tarda sera, e di non consumare frutta ed ortaggi che sono stati esposti alla nube tossica. In arrivo una nuova ordinanza per vietare l’irrigazione delle campagne con l’acqua prelevata dal torrente Brendola. Attivato il Centro operativo comunale di Protezione Civile.Intanto, il sindaco di Montecchio Maggiore, Gianfranco Trapula, in via cautelativa, ha richiesto di annullare tutte le attività sportive e ricreative e gli spettacoli serali previsti sul territorio comunale. La polizia locale sta verificando che gli impianti sportivi e ricreativi non vengano utilizzati fino a nuovo ordine del primo cittadino.In attesa di ricevere dati certi da Arpav sul possibile inquinamento dell’aria, anche l’amministrazione comunale di Vicenza conferma, a titolo precauzionale, l’indicazione di chiudere le finestre e non sostare all’aperto. Di conseguenzail concerto Viva Verdi, in programma alle 21 in piazza dei Signori, è stato annullato.

Ore 19,30. Questo l’elenco dei Comuni allertati in via precauzionale dalla Prefettura di Vicenza su indicazione dell’Arpav: Brendola, Montecchio Maggiore, Altavilla, Montorso, Zermeghedo, Montebello, Arzignano, Chiampo, Trissino.Allerta delle amministrazioni comunali anche a Vicenza, Creazzo, Sovizzo, Monticello Conte Otto.

INQUINAMENTO. Dopo l’ordinanza del sindaco di Brendola, per vietare l’irrigazione delle campagne, l’Arpav conferma la presenza di sostanze tossiche nell’acqua del torrente Brendola, in seguito all’incendio della ditta di vernici di via Orna. L’Agenzia sta posizionando delle barriere assorbenti lungo il corso d’acqua.

VIABILITA’. Non si segnalano più problemi alla circolazione in A4 dopo la riapertura del tratto autostradale poco dopo le 19.

Resta chiusa la Sp 500 per permettere il transito dei mezzi di soccorso. Il prossimo tavolo tecnico è convocato alle 22 in municipio a Brendola. Si ipotizza che la strada rimarrà chiusa fino a domattina.

Ore 21,15. La nube di fumo causata dall’incendio alla Isello Vernici si sta spostando verso il Padovano. L’Arpav ha allertato i Comuni limitrofi della provincia di Padova.La colonna di fumo, nettamente visibile a notevole distanza, si è innalzata alle 13 subito verticalmente sopra la fabbrica. La direzione del vento – molto variabile nel pomeriggio –  da Sud Ovest si è orientata inizialmente verso Nord Est (direzione Altavilla, Alte di Montecchio, Vicenza) con variazioni temporanee della direzione verso Ovest e Nord Ovest (verso Montecchio Maggiore, Montebello, Montorso).

LE CAUSE DEL ROGO. Sul devastante incendio si prospetta l’apertura di un’inchiesta della Procura. Il titolare della Isello Vernici, Corrado Isello, e il responsabile delle operazioni della ditta di vernici hanno spiegato che il rogo è probabilmente partito dal bunker dove sono immagazzinati i solventi.Nei prossimi giorni l’azienda di Brendola intende verificare se i sistemi di sicurezza del bunker sono entrati in azione; avrebbero dovuto evitare il propagarsi delle fiamme agli altri locali dello stabile.Tutti i dipendenti sono stati fatti evacuare dallo stabilimento durante le operazioni di spegnimento: nessuno è rimasto ferito o intossicato.

BRENDOLA. Ore 21,45. Benzene oggi alle stelle. Indagini in corso sui microinquinanti organici diossine, pcb, IPA. Ecco la nota dell’Arpav, appena diffusa, in merito alle campionature effettuate nel corso e dopo il rogo scoppiato alla Isello Vernici di Brendola. «I primi risultati delle analisi di laboratorio evidenziano che in entrambi i campioni di aria prelevati sono presenti sostanze organiche volatili riconducibili alla tipologia dell’evento. In particolare il Benzene risulta pari rispettivamente a 120 e 115 microgrammi/m3 (per il Benzene il riferimento normativo per l’aria in ambiente esterno è di 5 microgrammi/m3 riferito però ad una media annuale).

I risultati definitivi saranno comunque disponibili entro la giornata di mercoledì.

«Le concentrazioni di altre sostanze organiche volatili, pur apprezzabili, non risultano particolarmente significative. È stato inoltre eseguito un prelievo di microinquinanti organici (diossine, pcb, IPA) a Montecchio Maggiore in Piazza Collodivicino agli impianti sportivi e ad un istituto scolastico superiore» prosegue la nota dell’Arpav.Al fine di valutare la qualità dell’aria sono stati prelevati 2 campioni istantanei di aria con canister in due punti di massima ricaduta e in vicinanza di abitazioni di Brendola, rispettivamente in via Einaudi (ore 14.30 circa) e via Orna (ore 15.40 circa).  Oltre ai campionamenti dell’aria, Arpav ha proceduto a campionare le acque di spegnimento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...